• I carboidrati fanno ingrassare: è proprio così?

    I carboidrati fanno ingrassare?

    I-carboidrati-fanno-ingrassare

    Ci viene detto costantemente che i carboidrati dovremmo eliminarli quasi completamente dalla nostra dieta, perché è un tipo di nutriente che non fa altro che farci ingrassare senza nemmeno rendercene conto. Naturalmente, questa affermazione non ha alcun fondamento, ma semplicemente è un mito a cui molte persone credono ancora, e che le diete di moda sono ricche di proteine.

    Come sappiamo, i carboidrati sono la principale fonte di energia per il nostro corpo. Il glucosio è energia, diventa il combustibile per svolgere tutte le attività quotidiane. Ma i carboidrati stessi non sono responsabili di questo ingrasso, il numero totale di calorie sono responsabili dell’eccesso di grasso nel nostro corpo.

    Il problema non sono i carboidrati, ma le calorie in eccesso

    E’ semplice, si tratta semplicemente di tener conto quando si vuole mantenere il peso entro certi limiti. La quantità di calorie che consumiamo non dovrebbe mai superare quelle che bruciamo. Se si tende a ingrassare è perché le calorie in eccesso si accumulano nel nostro corpo come grasso.

    E’ vero che i carboidrati contengono molte calorie, ma sono facilmente assimilabili e veloci da bruciare per l’organismo. In aggiunta a queste sostanze nutritive, esistono le proteine, hanno anche loro calorie che non possiamo ignorare. La soluzione è di controllare ciò che mangiamo e la quantità di cibo che assumiamo.

    Più avanti vediamo perchè i carboidrati non fanno ingrassare!

    Come distinguere i tipi di carboidrati

    Ma le calorie di cui dobbiamo preoccuparci realmente sono quelle che provengono dai grassi, come lo sono quelle che il corpo accumula più facilmente, e semplicemente brucia come fa con quelle degli altri alimenti, in particolare quelle derivanti dai carboidrati. Le calorie dei carboidrati (soprattutto zuccheri) aumentano il glucosio rapidamente, in modo da darci una dose di energia immediata che può essere bruciata quando facciamo attività fisica.

    Ma se consumiamo carboidrati complessi l’assorbimento è più lento, in questo modo si rendono disponibili più a lungo nel tempo.

    E’ molto importante che in questa affermazione distinguere tra i vari tipi di carboidrati. I due esempi citati sopra sono validi, ma non dobbiamo trascurare le calorie che ci forniscono molti “alimenti” come ad esempio le bevande alcoliche, i dolci zuccherati e preparati con zuccheri raffinati.

    Il modo in cui il nostro corpo assimila calorie da alimenti non idonei appena citati, è molto veloce, i livelli di glucosio tendono a salire rapidamente, e altrettanto molto velocemente si accumulano nel corpo come grasso. Un modo per aumentare di peso senza rendersene conto. Per questo motivo non possiamo generalizzare e dire che i carboidrati sono dannosi, ma è necessario approfondire questo argomento per imparare a scegliere correttamente gli alimenti che ci portano benessere.

    Quindi, sono i carboidrati a farci ingrassare?

    Ultimamente sembra che i carboidrati siano considerati come il diavolo della nostra tavola, dobbiamo evitarli se vogliamo essere magri, esistono tante diete che eliminano quasi completamente questo nutriente dalla nostra tavola, ma non farti ingannare, le diete che vietano l’assunzione di qualche cibo o anche quelle basate esclusivamente sul consumo di un unico tipo di nutriente come solo proteine, o solo carboidrati…, hanno un sacco di effetti collaterali e possono essere estremamente dannose per la salute.

    Conclusione: dobbiamo imparare a mangiare con la propria testa.

    Le regole generali sono: non assumere più proteine di quanto raccomandato, non abusare dei grassi e consumare meno carboidrati di quanto ne possiamo bruciare.

    Ciò che accade con i carboidrati è che c’è molta confusione, soprattutto perché non tutti i carboidrati sono la stessa cosa, così oggi ho intenzione di spiegarti come essi funzionano e come assumerli con saggezza.

    Che tipo di carboidrati esistono?

    Carboidrati e controllo della fame. Quali carboidrati devo mangiare e quali devo evitare? I carboidrati sono necessari, ma non devono essere troppi.

    I carboidrati sono la principale fonte di energia per il nostro corpo. Tuttavia, una dieta troppo ricca di carboidrati, pasta, riso, pane, dolci…, può essere responsabile di problemi come il sovrappeso, colesterolo, squilibrio di zucchero nel sangue, quindi il primo obiettivo è quello di imparare quali carboidrati scegliere.

    I carboidrati ci forniscono il glucosio che diventa energia per il corpo, che naturalmente, non sono i colpevoli del nostro ingrassare, tengo a ripetere che è il numero totale di calorie ad essere responsabile del nostro corpo che ingrassa.

    Noi di solito associamo ai muscoli le proteine e i carboidrati con l’obesità, ma il fatto è che i carboidrati sono necessari per il corretto funzionamento dei muscoli, quindi se fai sport, anche se non sei un atleta professionista, è sempre necessario fare una dieta ricca di carboidrati con adeguate proteine, povera di grassi, dove povera di grassi non significa che bisogna eliminarli del tutto.

    Che tipo di carboidrati esistono?

    i-carboidrati-semplici

    I carboidrati sono suddivisi in semplici e complessi.

    Carboidrati semplici

    Essi sono rapidamente assimilabili, ma possono anche causare un rapido aumento della glicemia.

    All’interno di questo tipo di carboidrati troviamo i monosaccaridi e i disaccaridi.

    Tra i monosaccaridi ci sono

    Il glucosio: sicuramente questa è la fonte principale di energia del nostro corpo, di solito è l’unica fonte di energia utilizzata dal nostro sistema nervoso. Il glucosio viene immagazzinato nel fegato e nei muscoli come glicogeno. Il glucosio può essere trovato principalmente nella frutta o nel miele.

    Il fruttosio: questo è il più dolce dei carboidrati, il glucosio è presente nella frutta e nel miele, ma anche in alcune verdure.

    Il galattosio: questo tipo di carboidrato può essere trovato nel latte e nei suoi derivati.

    Tra i disaccaridi troviamo

    Il saccarosio: è una combinazione di glucosio e fruttosio

    Il lattosio: zucchero del latte, è costituito da glucosio e galattosio

    Il maltosio: zucchero di canna composto da glucosio

    I carboidrati complessi

    Questo tipo di carboidrati è assorbito e digerito più lentamente e non producono picchi di glucosio nel sangue.

    Tali carboidrati sono prodotti da zuccheri che sono attaccati tra loro e formano una catene complessa.

    Questi carboidrati sono

    L’amido: è il più abbondante nella nostra dieta, i carboidrati rappresentano tra il 70 e l’80% delle calorie che consumiamo. L’amido è presente nelle patate, cereali, riso, grano, verdure… Un esempio è il mais, che è dolce quando è giovane ma con l’invecchiamento diventa amido, al contrario, il processo della frutta è opposto, l’esempio migliore è la banana, quando è verde è composta per l’80% da amido e per il 7% da zucchero, quando è completamente gialla ha il 25% di amido e il 65% di zucchero, quando ha punti neri è già amido per il 5% e zucchero per il 90%.

    Il glicogeno: come ho detto prima, il glucosio in eccesso viene immagazzinato come glicogeno nel fegato e nei muscoli in attesa che lo utilizziamo con l’esercizio fisico.

    Carboidrati e controllo della fame

    La fame forte è strettamente correlata ai livelli di zucchero nel sangue, quindi è essenziale averli sotto controllo.

    Gli attacchi di fame si verificano anche quando abbiamo livelli di zucchero nel sangue molto bassi, ma per esempio, se cerchiamo di sfamarci con carboidrati semplici che sollevano rapidamente livelli di glucosio nel sangue, possono causare picchi molto elevati e in seguito hanno un effetto di rimbalzo che ci porta poi picchi molto bassi.

    Per evitare questi picchi di zucchero nel sangue dobbiamo scegliere carboidrati a lento assorbimento?

    Carboidrati buoni sono: avena, riso integrale, quinoa, patate, pasta integrale, zucca, ceci, legumi, frutta, verdure a foglia verde e verdure crocifere.

    Carboidrati che fanno male e da evitare sono: farina raffinata, pane bianco, zucchero raffinato, alimenti ricchi come cereali da colazione, biscotti, dolci, succhi di frutta industriali, riso bianco, pasta e bibite zuccherate.

    Ora si sa quanto siano importanti i carboidrati, ora c’è solo bisogno di sceglierli bene!

    Categories: Alimentazione, Salute

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    * Copy This Password *

    * Type Or Paste Password Here *