• Il Biologico negli Allevamenti Intensivi

    Biologico e Allevamenti

    Allevamento Convenzionale

    biologico-e-allevamenti

    Ossia allevamento intensivo. Come in agricoltura, anche nel comparto zootecnico di tipo convenzionale si punta sulla quantità della produzione finale, trascurando completamente il rispetto degli animali e delle loro condizioni di vita.

    Sempre meno si può parlare di fattorie, perché spesso si tratta di vere e proprie industrie, dove agli animali è negato un habitat idoneo al loro benessere. Per i polli si tratta di allevamento in batteria, in ambienti ristretti, chiusi, illuminati artificialmente per aumentare la resa e costringere gli animali a nutrirsi o a produrre senza sosta. E anche per gli altri animali le condizioni non sono migliori.

    Altra questione discutibile è il possibile uso di mangimi OGM, farine animali (nonostante i divieti imposti dopo lo scandalo BSE) e ormoni somministrati per stimolare il processo di crescita e di ingrassamento degli animali destinati alla macellazione.

    Allevamento Biologico

    allevamento-biologico

    Rispetto per gli animali. Le fattorie biologiche si impegnano a garantire il benessere degli animali, cercando di ricreare le condizioni più idonee alle loro attività naturali. L’allevamento è essenzialmente all’aperto, i polli sono allevati a terra e il numero di capi consentiti per ogni azienda è proporzionale alla superficie disponibile, in modo da assicurare a ciascun esemplare delle varie specie lo “spazio vitale” necessario all’interno della fattoria.

    Il trasporto dei capi di bestiame deve avvenire su percorsi brevi, ed essere eseguito in condizioni poco traumatiche, senza ricorrere all’utilizzo di calmanti per sedare gli animali.

    L’alimentazione non è mai forzata, ed avviene tramite vegetali biologici. Sono vietati l’uso di ormoni, e la somministrazione di medicinali di sintesi. La cura delle malattie avviene per mezzo di prodotti omeopatici o fitoterapici, e nel caso di cure di tipo più invasivo l’animale viene isolato per un periodo più o meno lungo, fino ad assicurare la scomparsa di qualsiasi sostanza medicinale nel suo organismo.
    Non sono ammesse razze animali ottenute tramite manipolazione genetica.

    Biologico e Allevamenti: è un integrazione utile? Oltre che utile aggiungerei l’aspetto etico, qualcuno storcerà il naso, dato che non tutti amano mangiare carne, ma bisogna pur sempre tener conto di alcuni aspetti, come una miglior vita degli animali da allevamento, oltre che una miglior qualità per chi si ciba di animali.

    Una breve intervista sulle differenze biologico – intensivo al titolare dell’azienda agricola biologica Liriodendro:

    Categories: Allevamenti

    Tag:, ,

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    * Copy This Password *

    * Type Or Paste Password Here *